Amsterdam è una città eclettica che offre diverse possibilità a chi la voglia visitare. Dal punto di vista architettonico e culturale sarà possibile passeggiare nel centro cittadino, nelle vie alberate e tra i canali che la attraversano e le sono valse il nome di “Venezia del Nord“. Amsterdam possiede uno dei maggiori centri rinascimentali di tutta l’Europa e numerosi palazzi, collocati intorno ad una serie di canali semicircolari, sono considerati monumenti storici.

Le vie e i canali

La cintura dei Canali è formata da circa 1.600 corsi d’acqua che collegano e si diramano attorno ai quattro principali che si snodano a mezzaluna dall’interno verso l’esterno. I corsi minori uniscono e si incrociano con i principali formando un centinaio di isole su cui sorge la città. Le prime vie d’acqua vennero scavate al centro della città vecchia e hanno seguito la forma delle antiche mura. Nacquero per esigenze di trasporto delle merci e di drenaggio della zona paludosa, rappresentano un’opera unica di ingegneria idraulica e sono una particolarità suggestiva e unica della città detta appunto “la Venezia del Nord”. Nel 2010 i canali di Amsterdam sono stati inseriti nel Patrimonio dell’Umanità Unesco. L’acqua dei canali è poco profonda, comunque navigabile, il livello è mantenuto costante da una serie di chiuse che vengono aperte ogni notte per rinnovare l’acqua. Tre dei quattro canali sono destinati allo sviluppo residenziale mentre il quarto e più esterno è destinato alla gestione delle acque. La cintura dei canali ospita circa 2.200 edifici, 1.550 dei quali sono considerati residenze di interesse storico e beni protetti Oggi il centro storico di Amsterdam è uno dei centri storici cittadini meglio preservati al mondo ed è entrato a far parte della lista dei beni culturali protetti anche dal governo olandese.

Il Palazzo Reale

Il Palazzo Reale (Koninklijk Paleis Amsterdam or Paleis op de Dam in olandese) situato nella centrale piazza Dam; fu costruito per ospitare la sede del municipio, ma poi fu trasformato in residenza reale. Lo stile è barocco olandese e venne costruito nel 1648, ha una pianta rettangolare, la facciata è provvista di un avancorpo sormontato da un frontone, l’aspetto è severo e massiccio.

Piazza Dam

Piazza Dam domina il centro cittadino, e presenta da un lato il Palazzo Reale, dall’altro lo svettante obelisco di pietra che ricorda le Vittime della Seconda Guerra Mondiale. La piazza è animata da eventi, artisti di strada, bancarelle e, in occasione di feste particolari da un Luna Park. Vi si affaccia la Chiesa Nuova dove venivano incoronati i re olandesi e oggi è sede di mostre e concerti. Inoltre a un lato della piazza abbiamo il famoso Museo delle Cere di Madame Tussauds. Negozi, caffè e alberghi e locali caratteristici circondano il resto della piazza. Con pochi passi può raggiungere la piazzetta Spui dove ogni venerdì si svolge un mercatino di libri e alla domenica si possono ammirare esposizioni di artisti. Da qui si può raggiungere una antica corte circondata dalle dimore delle donne, un tempo, dedicate al celibato con al centro la casa più antica di Amsterdam.

I musei

Amsterdam è la città che ha più musei per metro quadrato, più di 50 che rappresentano una delle principali attrazioni turistiche. Sicuramente di grande interesse è il Museo di Van Gogh che contiene una delle maggiori collezioni dedicate al grande pittore olandese. Vi si possono ammirare 200 dipinti, 550 disegni e acquerelli, oggetti personali e lettere scritte al fratello Theo e la sua collezione privata .
Tre piani del museo sono interamente dedicati alla collezione permanente che fa seguire al visitatore quella che fu l’evoluzione artistica di Van Gogh le cui opere sono esposte in ordine cronologico e suddiviso in 5 periodi: l’Olanda, Parigi, Arles, Saint-Remy e Auvers-sur-Oise.
Tra i capolavori esposti ricordiamo: Gli autoritratti, i girasoli, i mangiatori di patate, La camera di Vincent ad Arles.
Il Museo nazionale, invece, offre una panoramica della storia e dell’arte dei Paesi Bassi dal 1.100 a oggi, ed è il più grande museo di tutta l’Olanda
La collezione del Rijksmuseum presenta la storia dei Paesi Bassi in un contesto internazionale, dal 1100 ad oggi. Espone opere di maestri quali Rembrandt e la sua Scuola, Vermeer, Frans Hals e Jan Steen. Maioliche, Case di bambole del 1600, e il maestoso e spettacolare capolavoro “La Ronda di Notte” di Rembrandt.

Casa di Anna Frank

E’ la casa dove la sfortunata ragazza e la sua famiglia si nascosero per due anni fino a che il nascondiglio non venne scoperto e tutti gli ebrei che vi si erano nascosti furono deportati. Solo Otto Frank, padre di Anne, sopravvisse. La casa si trova Prinsengracht 263 ed é museo sin dal 1960. Ora le stanze sono volutamente vuote e in esse ci si immerge in una atmosfera opprimente che fa capire gli avvenimenti che in questa casa accaddero. In mostra possiamo trovare il diario originale di Anne Frank, filmati dell’epoca, fotografie e oggetti personali.