I mesi migliori per un andare nel Rajasthan sono quelli autunnali, invernali e primaverili. In particolare, sono consigliati ottobre, novembre, dicembre, gennaio, febbraio, marzo e aprile.

In questo periodo, le temperature medie si aggirano sui 25 gradi e le notti risultano piacevoli. Le temperature notturne medie si aggirano, infatti, sui 10 gradi.

Sono sconsigliati, invece, i mesi di maggio e giugno, durante i quali le temperature possono arrivare anche a 40/50 gradi all’ombra. L’estate indiana corrisponde cioè alla nostra primavera.

Il clima del Rajasthan e dell’India in generale risente molto dei monsoni. Nei mesi di luglio e agosto, le temperature si abbassano sfiorando i 34/36 gradi proprio grazie a questi venti. L’unico problema è determinato dall’aumento del tasso di umidità e dagli scrosci di pioggia che potrebbero rendere difficili gli spostamenti. In questa area si registrano solitamente circa 370 millimetri di pioggia all’anno, di cui 115 a luglio, 130 ad agosto e 55 a settembre.

La capitale del Rajasthan, Jaipur, si trova nella parte orientale della regione. La stagione piovosa si concentra soprattutto nel mese agosto con ben 200 millimetri di pioggia. Se si vuole dunque visitare la capitale, bisognerebbe evitare di andare Rajasthan durante in la stagione umida.

Ad Agra, dove si trova uno dei monumenti più interessanti dell’area il famoso Taj Mahal, le piogge arrivano addirittura a 725 millimetri all’anno.


Guide di viaggio correlate