Il clima cambogiano è influenzato dai monsoni. Questi venti determinano la netta distinzione tra stagione secca e stagione umida. Quest’ultima è caratterizzata da forti venti, da un alto tasso di umidità e da temperature comprese tra i 27 e i 35 gradi. Le piogge si concentrano soprattutto nel pomeriggio e sono molto frequenti nei mesi di maggio, giugno, luglio, agosto, settembre e ottobre.

Quando andare dunque in Cambogia? Il periodo migliore è quello della stagione secca, vale a dire i mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio, marzo e aprile. In questo periodo, le temperature si aggirano tra i 17 e i 27 gradi da novembre a febbraio e tra i 29 e i 38 gradi da marzo ad aprile. Le temperature delle acque del mare rimangono costanti sui 28 gradi durante tutto l’anno.

Per chi ama temperature più fresche, i mesi migliori sono sicuramente dicembre e gennaio.

La stagione umida è però il periodo ideale per visitare la regione di Angkor con i suoi templi. Le piogge riempiono infatti gli specchi d’acqua e le cascate sulle cui superfici si specchiano le splendide costruzioni religiose.

Durante la stagione umida, si consiglia di evitare l’area nord orientale, in quanto le piogge rendono impraticabili le vie di collegamento.


Guide di viaggio correlate