La spiaggia di Pilai, in Thailandia, è uno degli angoli di mondo più incontaminati e spettacolari, situata a poca distanza dal villaggio di Kok Kloy, nella regione di Phang Nga (confinante con quella più nota di Pukhet, il cui capoluogo dista da Pilai Beach soli 27 kilometri).

Come arrivare a Pilai Beach

Ci sono quattro modi per raggiungere la spiaggia di Pilai:
1) In aereo: l’aeroporto di Pukhet è poco distante; si può cercare di atterrare direttamente in questo, o raggiungerlo con un volo da Bangkok (circa 1:20h). Dall’aeroporto la spiaggia si raggiunge in circa 20 minuti.
2) In auto: da Bangkok è necessario prendere la Highway 4 e immettersi poi sulla 41 a Surat Thani; seguire poi le strade 401 e 415 tenendo come riferimento Pukhet. Giunti qui, basterà prendere l’autostrada 402. Il viaggio è abbastanza lungo: circa 8 o 9 ore di macchina.
3) In navetta: il viaggio, partendo dal Terminal Sud dei bus a Bangkok, richiede circa 12 ore, con destinazione la stazione di Kok Kloy.
4) In treno: si arriva a Surat Thani; qui è necessario servirsi di pullman o auto per arrivare a Kok Kloy.

Escursioni da Pilai Beach

Dalla spiaggia di Pilai è possibile effettuare escursioni in luoghi meravigliosi, tra cui James Bond Island o il Phang Nga Bay National Park.
La prima, il cui vero nome è Khao Phing Kan e che ha tratto quello “ufficioso” perché ha fatto da set alla pellicola di James Bond 007 l’uomo dalla pistola d’oro, è costituita da una coppia di isole caratterizzate da un flora lussureggiante e una varietà di fauna sia terrestre, che avicola (oltre 100 specie di uccelli), che marina, con quest’ultima tipica dei reef corallini. Peculiare è anche il Ko Tapu, una roccia che emerge dall’acqua per circa 20 metri ricoperta di vegetazione.
Non molto distante è anche la cascata di Lampi (circa 30km), alla cui base c’è un laghetto in cui è possibile nuotare.
Allungandosi un po’, ci si può spostare verso le Isole Similan, nel Mare delle Andamane, a circa tre ore di nave. Si tratta di un arcipelago di 9 isole in cui è stato stabilito un parco marino e le cui coste di sabbia finissima sono circondate da massi enormi che cadono a picco nel mare cristallino. Sono disabitate e due di esse, Koh Payan e Koh Huyong, sono chiuse ai visitatori per permettere alle tartarughe di riprodursi in tranquillità.

La spiaggia di Pilai e le zone immediatamente vicine della Thailandia sono davvero dei paradisi terrestri, ideali per vacanze che riconciliano con lo spirito e che regalano emozioni che è impossibile descrivere: per capire quanto siano incredibili, bisogna visitarle!

Foto di Pilai Beach