La Thailandia è una terra varia, affascinante e multiforme dal punto di vista geografico presentando zone montagnose al nord dove svetta l’alto monte Doi Inthanon, il più alto del paese, mentre il centro è dominato da ampie zone di pianura e il sud è costellato di meravigliose isole dal mare azzurro e limpido e con spiagge candide di fine sabbia. In questa zona affluiscono la maggior parte dei turisti che possono godere di splendide vacanze marine in località sparse tra il Golfo del Siam e il Golfo di Thailandia. Ricordiamo Phuket con mare cristallino racchiuso tra enormi rocce, Phi Phi con le sue lagune turchesi, Tao, Panghan, Pilai e molti altri posti stupendi.
Ma quando andare in Thailandia e ammirare tutto ciò? Il clima varia a seconda della latitudine essendo un Paese molto esteso per cui si possono distinguere situazioni diverse a seconda della posizione geografica.

Il clima della costa sud occidentale

Il mare delle Andamane bagna la costa sud occidentale della Thailandia e, dal punto di vista climatico l’area è influenzata dai monsoni del Golfo del Bengala che causano due stagioni, la secca che va metà dicembre a fine aprile e la umida che va da maggio a metà dicembre caratterizzata da temperature sempre calde ma più afose e dalla presenza di qualche giornata nuvolosa e rare precipitazioni. Solo i mesi di maggio e di ottobre sono sconsigliati per una vacanza al mare. Durante la stagione monsonica il mare è mosso.

Il clima nel golfo di Thailandia

Il periodo migliore per il clima è quello dei mesi di luglio e agosto in cui non c’è più vento e le piogge sono sporadiche. Da ottobre a dicembre sono frequentissime le piogge accompagnate anche da forti venti.

Il clima nel centro nord della Thailandia

Il nord è caratterizzato da un clima umido caldo e piovoso soprattutto in luglio e agosto, la stagione fresca inizia a fine ottobre per durare fino a metà gennaio, poi arriva la stagione molto calda che avrà una durata fini a maggio. Nel nord est della Thailandia in maggio si celebra la festa dei razzi che vuole essere un rito propiziatorio per la pioggia. In luglio si celebra una festa buddista con la costruzione di grandissime candele che vegono issate su carri per la sfilata.

Quando andare in base agli eventi

Nei vari periodi dell’anno si celebrano feste ed eventi; un evento che si celebra il 1 gennaio in tutta la Thailandia è il capodanno, o meglio uno dei tre capodanni, quello occidentale. Quello tailandese si festeggia dal 13 al 15 aprile, il Songkhran festival chiamato anche Festa dell’acqua in cui le statue del Buddha vengono irrorate di acqua. A fine febbraio iniziano i grandi festeggiamenti per il capodanno cinese con meravigliosi spettacoli pirotecnici.
In maggio si celebra la grande ricorrenza buddista della nascita del Buddha, Visakha Puja, con numerosissime processioni serali presso i templi.


Guide di viaggio correlate