Una piccola isola nel Mediterraneo, una perla a breve distanza dalla costa, questo è Procida. Stiamo parlando dell’isola situata tra Pozzuoli e Ischia; molti turisti la intravedono solamente, diretti verso l’isola più grande al largo. Eppure offre una serie di interessanti opportunità, da aggiungere al fatto di non essere tanto affollata quanto è invece Ischia.

Come si arriva a Procida
1280px-Piazzetta_di_Procida_dal_traghettoGli stessi traghetti che portano a Ischia si fermano anche a Procida, o almeno nella maggior parte dei casi. Da Napoli e da Pozzuoli parte un traghetto ogni 20-30 minuti, con una frequenza che ovviamente aumenta in estate, senza però lasciare a terra il viaggiatore in qualsiasi altro periodo dell’anno. Gli aliscafi per l’isola di Procida partono da Napoli e Pozzuoli, proprio come i traghetti, consentendo di dimezzare quasi il tempo del viaggio. Stiamo parlando di circa 30 minuti da Napoli e circa 15-20 minuti da Pozzuoli. Un trasbordo tanto breve consente anche di visitare Procida in giornata, pur di salpare di prima mattina.

Con l’auto?
Alcuni tra i traghetti che raggiungono Procida consentono di trasportare anche le automobili. La maggior parte dei turisti però preferisce lasciare la propria automobile in un parcheggio sulla costa. Prima di tutto perché nei periodi dell’anno di maggiore affollamento non è permesso ai non residenti di spostarsi in auto sull’isola. Oltre a questo stiamo parlando di una piccola isola, che non offre moltissimi parcheggi o lunghi tragitti da percorrere in auto. Avere l’auto al seguito potrebbe quindi essere più un disagio che un vantaggio. La maggior parte delle località si raggiungono comodamente a piedi, oppure utilizzando i mezzi pubblici sempre disponibili. Una bella opportunità è quella di noleggiare uno scooter; per chi non ama troppo camminare sono poi sempre disponibili i taxi, soprattutto a partire dal porto di Procida.

Dove soggiornare
Gli alberghi e le altre soluzioni abitative sono presenti in quasi ogni zona dell’isola. Gli alberghi e gli hotel sono quasi tutti sulla costa nord, negli abitati più piccoli sono invece disponibili camere in B&B, perfette per la stagione estiva. In ogni caso è sempre possibile trovare una sistemazione vicina alla costa, che garantisce un ottimo punto di partenza per le passeggiate o la vita in spiaggia. Trattandosi di una piccola isola, non è necessario scegliere un luogo specifico in cui soggiornare. Da qualsiasi albergo o B&B si raggiungono facilmente le principali attrazioni e le più belle spiagge, con una passeggiata o un passaggio sul bus.

Cosa mangiare a Procida
Stiamo parlando di un’isola su cui l’uomo è arrivato soprattutto per approfittare del ricco mare che la circonda. Ancora oggi molti degli abitanti praticano la pesca professionale. Via libera quindi a qualsiasi piatti di pesce, dalle rinomate seppie ripiene fino ai classici spaghetti con i ricci. La scelta sta solo ai commensali, che possono anche scegliere piatti di terra, a base di carni “povere”, come pollo o coniglio, e aromatizzati con le erbe e le verdure che si coltivano sull’isola. Chiaramente sono poi presenti tutti i piatti della tradizione partenopea.


Guide di viaggio correlate