Venezia è una delle città più suggestive al mondo, che si sviluppa tra le isole di una vasta laguna e che pertanto offre al visitatore uno spettacolo unico, fatto di splendidi palazzi affacciati sul mare, campi, ponti e canali. La città stessa è una delle principali attrazioni da vedere, perdendosi tra le calli e fermandosi ad ammirare i diversi scorci. Vediamo però quali sono le tappe obbligatorie per una visita del centro.

Piazza San Marco

Centro principale della città, è l’unica vera e propria piazza di Venezia, e la sola che può essere chiamata con questo nome, in quanto tutti gli altri piazzali sono detti campi o campielli a seconda delle dimensioni.
La piazza si apre meravigliosamente sul mare ed è circondata da una serie di palazzi e costruzioni spettacolari, come il Palazzo Ducale, la Biblioteca Marciana, e ovviamente la Basilica di San Marco con lo splendido Campanile posto frontalmente al lato sinistro della chiesa. La basilica è una classica costruzione a tre navate e l’esterno è reso unico dalle decorazioni marmoree e dal gruppo bronzeo dei cavalli che la sovrasta, gruppo che proviene dall’Ippodromo di Costantinopoli, città con la quale la città era fortemente connessa soprattutto nel periodo bizantino, periodo che ha anche influenzato la sua arte. Entrando non si può far altro che restare a bocca aperta davanti alla serie di mosaici policromi e dorati che decorano le volte e gli arconi della basilica, con storie della vita di Gesù ed episodi apocrifi. D’obbligo una visita alla cupola e al campanile, per godere uno spettacolo della piazza dall’alto.

Il Ponte di Rialto

Altro luogo simbolo di Venezia è sicuramente il Ponte di Rialto, che sorge sul Canal Grande, il principale canale che attraversa la città fino ad aprirsi davanti a Piazza san Marco. Questo ponte era la storica sede delle botteghe veneziane e ancora oggi ospita negozi di vario tipo, soprattutto gioiellerie e pelletterie. Merita un affaccio da entrambi i lati per ammirare le bellezze del Canal Grande.

L’Accademia e la Salute

Il secondo grande ponte di Venezia che attraversa il Canal Grande è il Ponte dell’Accademia, costruito completamente in legno, a differenza del precedente ponte in pietra. Il ponte dell’Accademia offre una splendida vista sulla Chiesa della Salute, in direzione di Piazza San Marco, fatta costruire come ringraziamento dopo la sanificazione dalle peste del Seicento.
Scendendo dal ponte si possono visitare le splendide Gallerie dell’Accademia che ospitano numerosi capolavori pittorici, come quelli del Canaletto, con le sue vedute veneziane o del Bellotto.

La Punta della Dogana e i magazzini del Sale

Una zona particolare e caratteristica è quella della Punta della Dogana, che si trova sulla lingua di terra che separa il Canal Grande dal Canale della Giudecca, e dalla quale si gode uno spettacolo unico su Piazza San Marco. Concedendosi una camminata a partire dalla chiesa della Salute si passerà alla punta estrema di questa lingua e si potranno ammirare San Marco da una parte e l’isola di San Giorgio dall’altra. Proseguendo sulla riva si passerà poi davanti alla sede dei vecchi magazzini del sale, elemento chiave del commercio veneziano d’altri tempi.


Guide di viaggio correlate